da Varese, le odierne peripezie ed i mille interessi di una stramba famiglia di tatuatori!

Ho sempre pensato che la mia vita è piena di gente interessante e folkloristica, di gente colorata e gente molto dark,
di occasioni speciali, di fotografie, libri e scambi di informazioni...
Vorrei queste pagine fossero un'occasione per contaminarci e sorriderci su!!!!


Se desiderate contattarmi per qualsiasi chiarimento, opinione o scambio di vedute mi trovate qua: artistichousewife@hotmail.it

sabato 15 gennaio 2011

The greatest show on earth

Come vi ho già detto nel mio post relativo ai regali di natale, Ali ci ha donato questa fantastica monografia della TASCHEN che consiglio a tutti.
...e colgo ancora l'occasione di ringraziarla per aver pensato alla nostra famiglia mentre pensava anche alla sua! I love you sista!

Da sempre esso porta i suoi visitatori in un mondo magico che brilla di brillantini e sogni incantati.
Per noi, amanti della bodyart in genere, il circo rappresenta una parte del cammino che percorrono le persone "differenti" con vite "differenti".
Un libro che ha il sapore di altri anni e che risulta attuale per tutti quelli che della diversità ne fanno un pregio.

The Circus, 1870s-1950s
Linda Granfield, Dominique Jando, Fred Dahlinger, Noel Daniel
Hardcover, slipcase, 25.2 x 38.2 cm, 544 pagine
editore Taschen

Durante il suo periodo di massimo splendore, il circo americano era la più grande industria di show-biz che il mondo avesse mai visto. Dalla metà del 1800 a metà 1900, i circhi americani eseguirono per il pubblico fino a 14.000 spettacoli e attraversarono il paese su 20.000 chilometri di ferrovia in una sola stagione.
Lo spettacolo di temerari che sfidano la morte e di super-eroi afferrò l'immaginario americano aprendo la strada per il cinema e la televisione.
Il circo offerto ai giovani americani era un sogno di avventura e di reinvenzione.

Questo libro fa rivivere la grinta e il fascino del fenomeno "circo".
Le immagini fotografiche sono gemme d'inizio secolo. Fotografi come Federico Whitman Glasier e Edward Kelty e molte delle prime fotografie a colori eseguite nell'ambiente del circo dal 1870 al 1950.
Per la prima volta, i lettori contemporanei possono sperimentare la leggenda del circo americano in tutta la sua gloria.













Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...