da Varese, le odierne peripezie ed i mille interessi di una stramba famiglia di tatuatori!

Ho sempre pensato che la mia vita è piena di gente interessante e folkloristica, di gente colorata e gente molto dark,
di occasioni speciali, di fotografie, libri e scambi di informazioni...
Vorrei queste pagine fossero un'occasione per contaminarci e sorriderci su!!!!


Se desiderate contattarmi per qualsiasi chiarimento, opinione o scambio di vedute mi trovate qua: artistichousewife@hotmail.it

sabato 26 dicembre 2009

torta della vigilia





questa è la vegan torta per questa vigilia.
La ricetta del pan di spagna è quella che ho super testato e che converto a mio piacimento in differenti torte... in questo caso ho proceduto come mi appresto a scrivere...

Una specifica che è anche un ringraziamento... questa ricetta per un pan di spagna vegan mi è stata passata dalla mamma di Angelo "Maf" che ringrazio di cuore ancora oggi, dopo anni,perchè mi ha risolto il conflittuario rapporto che hanno i dolci e i vegan.
Questa è una torta di quelle che si possono mangiare con meno sensi di colpa e che si possono dare tranquillamente a bimbi e anziani e super golosi!
Ovviamente questa è la versione per i giorni di festa.

Ingredienti:
10 cucchiai di Farina 00
7 cucchiaio di zucchero di canna
1 busta di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
1/2 bicchiere di maizena (amido di mais)
1 dito di olio di semi
cacao amaro in polvere
margarina per ungere la teglia

Io uso un robot da cucina ma è possibile con frusta e muscoli da campione fare la base anche a mano...
Accendere il forno a 200 gradi.
Mettere tutti gli ingredienti, tranne che il cacao, nel mixer e mescolare bene il tutto... il composto tende a fare la palla e voi aggiungete, a filo, dell'acqua sino a che il composto non diventi una crema densa ma non liquida.
Fate la prova con un cucchiaio: se la crema scivola dal cucchiaio facendo il "filo" la crema è pronta. Aggiungete poca acqua per volta in modo da non incorrere nel rischio che diventi troppo liquida o non si stemperi bene facendo dei grumi.
A quel punto aggiungere il cacao sino a che l'impasto non diventi di un bel colore ciccolato.
Imburrate per bene una tortiera, meglio con la cerniera sul fianco per toglierla dallo stampo senza romperla. Versate la crema e infornate...
Dopo una ventina di minuti controllatela... in superficie potrebbe fare delle crepe indice di buona lievitazione e cottura.
Prendete uno stuzzicadente e forate la torta dalla superficie verso il basso e guardate, una volta estratto, se c'è ancora umidità.
A seconda della quantità di acqua il tempo di cottura può variare di dieci minuti ma in 30 minuti max la torta è cotta.
Estraetela e lasciate che si raffreddi.
Questa è già una ottima torta al cacao ma, in questo caso, dopola cottura la taglio in due e la farcisco con la crema pasticcera vegan.
Ricomposta la torta, scaldo a bagnomaria del cioccolato vegan e una volta fuso vi ricopro la torta e la decoro a fantasia.
Infine la metto in frigorifero sino a che il cioccolato di copertura è di nuovo solido.
tirare fuori dal frigo una mezz'oretta prima di servirla.

Un bacio i golosi!
***Miss***

PS: La torta ha avuto successo tra vegan e non!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...