da Varese, le odierne peripezie ed i mille interessi di una stramba famiglia di tatuatori!

Ho sempre pensato che la mia vita è piena di gente interessante e folkloristica, di gente colorata e gente molto dark,
di occasioni speciali, di fotografie, libri e scambi di informazioni...
Vorrei queste pagine fossero un'occasione per contaminarci e sorriderci su!!!!


Se desiderate contattarmi per qualsiasi chiarimento, opinione o scambio di vedute mi trovate qua: artistichousewife@hotmail.it

lunedì 31 gennaio 2011

dreamshade release party, cronaca di un pogo annunciato!

Sottotitolo: non ho più l'età!

Settimana scorsa abbiamo avuto una piacevole invasione DI dreamshade e tutto il gruppo ci ha invitato con enutsiasmo al concerto/party di presentazione del loro primo album ufficiale uscito il 26 gennaio (mi sembra in Finlandia, giusto?!) ma in uscita europea proprio sabato 29 gennaio: "WHAT SILENCE HIDES".





Abbiamo deciso di non fare i soliti e di goderci una serata rockettara.
Sino all'ultimo, tra lavoro e peggioramento delle condizioni della ma di lu, credevamo di non farcela. Sabato mattina addirittura nevicava ed ho pensato: ecco, per una volta che si decide di uscire...
Il concerto si teneva al Metro concerti di Lugano e, da casa nostra, dista un tre quarti d'ora (senza autostrada), lu ha finito di lavorare tardi e, senza cena, ci siamo messi subito in macchina. Benza in svizzera (punk sì ma stupidi no!) e, dopo un salto al recupero snack al piccadilly (bella invenzione ahaha), via verso la meta.
Sapevamo che avremmo incontrato un sacco di clienti/amici ticinesi e non avevamo il minimo dubbio sull'esito della serata :)

Al metro c'era anche un fotografo ufficiale e queste le foto pubblicate in internet:


La parte rosa dei dreamshade al Merc.
Come si suol dire dietro ogni grande uomo c'è sempre una grande donna! ;)

Il sindaco di Lugano Yari Copt (ahahah) che insieme all'ospitalità dei Dreamshade ha trasformato la nostra serata in un party VIP ;)


Anime rock!





Kevin, singer special guest del concerto insieme al cantante dei Disease Illusion.





E ora le mie foto (con l'aggiunta di qualche scatto geniale di Lu) che ben raccontano l'etilismo della serata. Direi quindi un party perfetto e con questo non posso che ringraziare davvero tutti e promettere il nostro ritorno per il 12 di febbraio per il concerto dei Those Furious Flames.
Questo lo dobbiamo, vero TFF?



















Tommy dal cuore d'oro ;) ti ho beccato! I tattoo non mentono mai!



E dopo il "tutti sul palco!" il concerto si è concluso nella piena soddisfazione di tutti. Mi sono portata anche a casa due bei lividi neri postumi del pogo che, alla mia età, ho scoperto risultano deleteri alla salute.










qua luigi mi stava chiedendo la macchina fotografiche e le foto che seguono mi hanno fatto ridere per ore... ahahha


TruceBaldazzi Fun Club ch.

La tartaruga hahahaha

(autoscatto)

Questo pellicciotto (fintissimamente) leopardato l'ho acquistato anni fa al mercatino delle pulci di Amsterdam. Inspiegabilmente posseggo un mucchio di foto che ritraggono tatuatori, tatuati e musicisti che la indossano... sarà il fascino del pappone?
Ora ci aggiungo anche Fella nella collezione ;)

Poi la festa si è trasferita alla discoteca "Living room" dove ci siamo autocreati un prive tutto nostro. Incredibile ma vero, questi svizzeri sono avanti e ogni piano aveva il bar fumatori che per noi tabagisti è proprio una bella cosa in serate come queste!













Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...